Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene.

Virginia Woolf

lunedì 19 dicembre 2011

La quiche di Jamie Oliver



Uno dei più bei regali di qualche Natale fa, che conservo gelosamente e consulto spesso è questo libro del fantastico Jamie Oliver La mia cucina naturale ; consultare le sue ricette, ammirare le foto che le accompagnano, percepire la passione con la quale condisce ogni piatto è per me motivo di gioia autentica.


Le sue ricette sono fattibili, mai complesse, da cucinare anche in compagnia, magari sorseggiando un buon bicchiere di vino, nell'intimità della propria casa, senza le ricercatezze e le esagerazioni della cucina raffinata.
Questa quiche per esempio che mi ha catturata fin da subito l'ho voluta preparare per il nostro pranzo domenicale, vado sul sicuro perchè di solito ciò che è a base di verdure lo mangiano proprio tutti (per fortuna), per giunta con le verdurine fresche del mio fruttivendolo di fiducia.

La ricetta per questa frolla salata va bene anche per altre  torte salate e affini. La regola base è quella valida anche per la frolla dolce, ossia lavorare l'impasto il meno possibile e può essere aromatizzata con noce moscata, paprika o come ho fatto io aggiungendo del rosmarino fresco appena raccolto.
Se avanzate della pasta fate come ho fatto io, rivestite degli stampini monoporzione e teneteli in freezer per qualche cenetta velocissima, si possono riempire con altri composti di verdure e uova a piacere.





Consiglio di utilizzare il mixer perchè è veloce e pratico.


Ingredienti per la frolla salata:

250 gr farina biologica
100 gr burro o lardo tagliato a cubetti 
50 gr formaggio grattugiato al momento
1 rametto di rosmarino (solo gli aghi) o timo (solo le foglie)
1 uovo grande bio
una spruzzata di latte
farina per spolverare
sale marino q.b.

Ingredienti per il ripieno:
250 gr spinaci già lavati e mondati
3 uova grandi bio
parmigiano grattugiato
prosciutto crudo a striscioline
un cipollotto
olio d'oliva
sale 
pepe
maggiorana




Versare nel mixer la farina, il burro (o lardo), il formaggio e il sale e far andare per pochi secondi finchè l'impasto sarà fine e friabile. Aggiungere il rosmarino o le spiezie che avrete scelto. Unire l'uovo e il latte e frullare il tempo necessario per far amalgamare bene il tutto.
Compattare leggermente sul piano di lavoro l'impasto ottenuto e mettere in frigo avvolto in pellicola trasparente per una mezz'oretta.
Nel frattempo preparare il ripieno; in una terrina versare le uova, il sale e il pepe e il parmigiano grattugiato.
In una grande padella mettere l'olio e il cipollotto tritato, aggiungere gli spinaci e farli appassire leggermente per qualche minuto. Regolare di sale e pepe.
Riprendere l'impasto dal frigo e stendere su una teglia da forno dello spessore di 0.5 cm. Punzecchiarla con una forchetta e mettere in frezer per 30 minuti.
Scaldare il forno a 180°. Togliere la teglia dal freezer e metterla in forno per 6-8 minuti finchè sarà leggermente dorata. Trasferire gli spinaci sulla quiche, unire il prosciutto e versare sopra il composto di uova livellandolo con un cucchiaio. Spolverare con il parmigiano e la maggiorana.
Cuocere in forno per 15-20 minuti finchè la pasta sarà dorata e il ripieno sfrigolante.
E' buona tiepida ma anche il giorno dopo, se avanza.

2 commenti:

  1. Ottimo come tutto quello che realizzi in cucina.
    -tuo marito-

    RispondiElimina
  2. Passo per avvertirti, che la Community di Cucina Italiana ha prodotto un proprio Calendario 2012 in pdf ed un relativo librino pdf legati all'iniziativa di raccolta fondi di Patrizia per i bambini di Rocchetta di Vara alluvionati il 25 ottobre. Sono pronti. Puoi aiutarci a fare il passaparola scrivendo un post e parlandone ai tuoi amici non bloggers?
    Tutti i particolari sono sul mio blog nel post:
    La Community di Cucina Italiana per Rocchetta di Vara

    RispondiElimina